Ufficio Commissario

Dal 1 marzo 2016 al 1 giugno 2017 queste sono state pagine ufficiali dell'Ufficio del Commissario della Riserva "Borsacchio"
(Nominato con Delibera Giunta Regione Abruzzo n.1080 del 22 -12-2015 e revocato con successiva DGR n.289 del 31-05- 2017).
Da quella data lo spazio di questo blog torna ad essere strumento indipendente di opinioni personali dell'autore.

venerdì 30 giugno 2017

Fratini al Borsacchio

Nella bellissima foto di Paolo Pigliacelli un Fratino (Charadrius alexandrinus) a passeggio sulla spiaggia della Riserva. Sullo sfondo il profilo inconfondibile di Colle Magnone, luogo di arrivo della uscita programmata per il pomeriggio di sabato 8 luglio 2017. COMING SOON


giovedì 8 giugno 2017

Chiuso il Commissariamento della Riserva

Lo scorso 31 maggio 2017 l'Assessore regionale con delega alle aree protette, Dr. Donato Di Matteo, ha divulgato il seguente comunicato stampa:

"(REGFLASH) Pescara, 31 mag. Si chiude in maniera anticipata il commissariamento della Riserva naturale del Borsacchio e la gestione dell'area verrà di nuovo affidata al Comune di Roseto che tornerà ad essere unico amministratore e a garantire il buon funzionamento come stabilito dall'art. 69 della Legge regionale 6/2005. Il provvedimento è stato deliberato oggi dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore ai Parchi e Riserve Donato Di Matteo.
"Il commissariamento sarebbe dovuto concludersi a dicembre 2017 e invece siamo riusciti ad abbreviarlo di sette mesi. - afferma Di Matteo - Nominato dalla Regione il 22 dicembre 2015, il commissario Vallarola ha avuto il compito di svolgere l'ordinaria amministrazione. L'attività del commissario è stata utilizzata per riattivare interesse intorno alla Riserva attraverso l’organizzazione di eventi, attività di volontariato e di adesione ad alcune reti di aree protette quali AdriaPAN, RAMCA e Macchia Mediterranea, di partecipare ad alcune candidature in partenariato in progetti europei e, soprattutto di procedere all'adozione del progetto di Sito di Interesse Comunitario. Molte relazioni fornite dal commissario potranno essere utili al Comune di Roseto per proseguire nel percorso di avvio delle attività di gestione della Riserva naturale Borsacchio. 
Il Comune si è già attivato per redigere il Pan (Piano di assetto naturalistico), in seguito avrà il compito della promozione turistica, della formazione, della creazione di posti di lavoro, di intercettazione fondi regionali, europei, ministeriali e fondi del settore agricoltura in modo da non perdere nessuna opportunità per una riserva. Il sindaco di Roseto già dallo scorso anno aveva espresso alla Giunta Regionale la volontà di riacquistare pienamente le competenze dell'area e di attivare tutte le necessità per il funzionamento della riserva".
La riserva tra il fiume Tordino e il fiume Vomano si estende sul litorale di Roseto degli Abruzzi con uno sviluppo lineare di circa dieci chilometri. La spiaggia, bassa con sabbia finissima, ha una pendenza debole. L'istituzione della Riserva naturale ha valorizzato e promosso la bellezza naturale del Borsacchio per il sostegno all’economia turistica. Il nuovo modello di turismo responsabile ha previsto la valorizzazione durevole dell'ambiente, già sperimentato con successo in molte altre località italiane ed economicamente vantaggiosa, per il ritorno di immagine dell'imprenditoria turistica costiera. (REGFLASH) (segr.assess.) 17/05/31".
Di fatto la gestione della Riserva non era mai uscita dalle mani del Comune di Roseto degli Abruzzi avendo il Commissario dei compiti ben precisi, riportati nella delibera di nomina (DGR n.1080 del 22 dicembre 2015), che era necessario sviluppare con rapidità per poter consentire al Comune avviare un più corretto percorso di attuazione delle finalità dell'area protetta. Con Delibera di Giunta Regionale n.289 del 31 maggio 2017, pubblicata nei giorni successivi sul sito della Regione Abruzzo come sotto riportata (a breve lo sarà anche nel Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo), in ogni caso, si chiude anticipatamente il periodo di attività del Commissario straordinario della Riserva naturale regionale Borsacchio.



Il lavoro del Commissario ormai concluso con l'ultimo atto assunto nella Delibera Commissariale n.15 del 7 aprile 2017, di nomina del Comitato di Gestione della Riserva, consegna al Sindaco di Roseto degli Abruzzi una Riserva definita in ogni suo organo e strumento operativo.

Un riepilogo delle attività svolte sono reperibili su questo stesso sito qualche post più indietro laddove si dava, appunto, per Ultimato il lavoro del Commissario.

Preme sottolineare in questa sede che l'operato del Commissario in poco più di un anno di attività ha potuto raggiungere tutte le finalità indicate nell'incarico solo perchè si è lavorato in armonia con chi la Riserva l'ha sempre desiderata operando instancabilmente per ottenerla funzionante. 
In particolare hanno collaborato al lavoro del Commissario: il Comitato per la Riserva Borsacchio di Roseto, il WWF Abruzzo, Italia Nostra di Atri, la FIAB Roseto, Legambiente Teramo, le Guardie Ambientali di Roseto e tante altre associazioni che hanno aderito alle tante iniziative organizzate, tra cui l'Associazione Città di Roseto, le Giacche Verdi, il CSC, RosetoCammina, Brucare e Chaikana.

Non sarebbe stato possibile garantire però, l'azione del Commissario senza il pieno e incondizionato appoggio del Consorzio di Gestione dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano, il cui Consiglio di Amministrazione ha creduto nella necessità di supportare l'avvio della limitrofa area protetta del Borsacchio consentendo al Direttore di svolgere anche il ruolo di Commissario della Riserva.

Il ricordo di un Franco Sbrolla felice di vedere la Riserva finalmente lanciata verso un avvio delle attività di gestione è comunque l'immagine più bella di questo intenso anno.



.