Ufficio Commissario

Dal 1 marzo 2016 al 1 giugno 2017 queste sono state pagine ufficiali dell'Ufficio del Commissario della Riserva "Borsacchio"
(Nominato con Delibera Giunta Regione Abruzzo n.1080 del 22 -12-2015 e revocato con successiva DGR n.289 del 31-05- 2017).
Da quella data lo spazio di questo blog torna ad essere strumento indipendente di opinioni personali dell'autore.

martedì 23 agosto 2016

Ciao Franco

 .

 .
Franco Sbrolla, ambientalista e cultore della  storia di Roseto, ci ha lasciato il giorno dopo l'iniziativa alla Fonte dell'Accole, luogo da lui amato, come il viale dei Lecci della Villa Mazzarosa, Colle Magnone, Casa Mataloni, l'uliveto del ritrovamento dell'Elmo Ostrogoto e tutti gli altri luoghi dalla Riserva Naturale del Borsacchio da lui studiati, fotografati e difesi in ogni dove dai tentativi di distruzione e alterazione.
Un difensore della natura, della cultura e della storia che ha saputo fare di un amore per il proprio territorio un motivo di vita. Ambientalista al di sopra di qualunque interesse, corrente o colore politico, attivo in tutte le associazioni ed in qualunque iniziativa fosse volta alla difesa della Sua Riserva. Persona di una onestà e saggezza al di sopra del comune con una enorme capacità di trasmettere il proprio sapere a chiunque ne fosse interessato.
Il Borsacchio è stata la sua bandiera in più di trenta anni di battaglie volte a difendere quello che lui definiva "il nostro paradiso".
Nella speranza che abbia trovato anche dove si trova ora un luogo altrettanto bello, cercheremo di non dimenticare nulla del suo enorme insegnamento.
Franco prima di lasciarci ha voluto trasmetterci il suo sapere e, tenacemente, imparando ad usare gli strumenti informatici, ha creato un apposito blog "La storia di Roseto e della Riserva Naturale del Borsacchio" dove ha raccolto gran parte dei suoi scritti e delle sue preziose testimonianze: http://www.francosbrolla-roseto.it/
Grazie Franco per tutto quello che hai fatto e che ci hai insegnato.
.

sabato 20 agosto 2016

Successo dell'escursione notturna e dell'esibizione del coro alla Fonte dell'Accolle

Un gruppo nutrito di escursionisti è partito dalla pineta Celommi, al centro di Roseto degli Abruzzi, alle 20,00 per raggiungere la Fonte dell'Accolle dove è arrivato intorno alle 21,30.
Alla Fonte ad attenderli tante altre persone arrivate a Montepagano con mezzi propri o con il bus navetta messo a disposizione dal Comune.  Tutti lì riuniti per ascoltare l'esibizione del coro "Ars Vocalis" nella prima luna piena di Agosto. Un successo di pubblico e di attenzione. Oltre duecento, alla fine dell'incontro, i partecipanti registrati.
L'iniziativa voluta da Comune di Roseto degli Abruzzi e Comitato per la Riserva Borsacchio è stata organizzata dall'Ufficio del Commissario della Riserva con il supporto di tutte le Associazioni ambientaliste locali (WWF Abruzzo, Legambiente, FIAB e Associazione Guide del Cerrano) con il supporto dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano e con il meritorio lavoro di ripulitura della Fonte e dei percorsi storici da parte delle Giubbe Verdi di Roseto.


Adulti, bambini, anziani, un gruppo quanto mai variegato e allegro ha partecipato all'escursione promossa anche dal gruppo Roseto Cammina e dall'Associazione Città di Roseto. Guidati dagli esperti delle varie associazioni la passeggiata è stata occasione di approfondimento per conoscere gli aspetti storici della città di Roseto, le peculiarità naturalistiche della Riserva Borsacchio e per percorrere l'antico e storico sentiero dell'Accolle che ha sempre collegato Montepagano con la parte nord della propria costa.


All'arrivo alla fontana lo scenario è stato particolarmente suggestivo. L'organizzazione del Comitato per la Riserva Borsacchio ha fatto trovare la fontana interamente illuminata dall'interno evidenziando così il particolare sistema di funzionamento ed utilizzazione storica della Fonte spiegato dalle guide a tutti i partecipanti: il percorso della preziosa acqua è quello che caratterizzava l'utilizzo della Fonte, dalla piccola nicchia dove veniva riempita la conca di rame che le donne riportavano in paese poggiata sulla testa, all'abbeveratoio degli animali subito sotto, fino all'utilizzo delle acque residue per poter far funzionare un lavatoio comune dove le donne di Montepagano trascorrevano gran parte del loro tempo; ed oltre, lungo il piazzale selciato l'acqua residua veniva utilizzata per il lavaggio degli armenti.
Una testimonianza storica di estremo valore che caratterizza la Riserva naturale e ne costituisce uno dei pilastri della bellezza del Borsacchio.


Il coro ha iniziato a cantare alle 22,00, quando la luna con il suo bagliore ha fatto capolino oltre il bosco di querce che sovrasta la Fonte. Un repertorio particolarmente legato alla natura quello scelto dal Maestro Carmine Leonzi che, alla fine della apprezzatissima esibizione, si è augurato che "alla prima luna piena di agosto di ogni anno ci si ritroverà presso la Fonte dell'Accolle perché l'appuntamento con le voci polifoniche divenga una tradizione volta a valorizzare e promuovere un posto così bello".
Al rientro, scortati dall'ambulanza della Croce Rossa che chiudeva il gruppo dei camminatori, la passeggiata è stata ancor più bella consentendo, la luce della luna piena, ormai alta nel cielo, di godere del panorama che da quel percorso si gode della Riserva Naturale del Borsacchio.


Tante le persone da ringraziare a partire da Marco Borgatti, infaticabile organizzatore di iniziative in difesa della natura, a Fabio Celommi, Presidente del Comitato Borsacchio e anche componente del coro, a Pasquale Ruggeri per il coinvolgimento degli appassionati di RosetoCammina alle Giubbe Verdi ed alla Croce Rossa, per l'assistenza fornita sia prima che dopo la manifestazione, al Comune di Roseto degli Abruzzi per aver garantito con il proprio patrocinio, insieme alla Regione Abruzzo, il bus navetta, l'organizzazione di palco e sedute e la pulizia dei luoghi e, non ultimi, i componenti del coro "Ars Vocalis" che con passione e maestria hanno allietato la serata degli escursionisti che hanno raggiunto la Fonte dell'Accole; luogo da conservare e valorizzare.

Il Centro quotidiano 23 agosto 2016 
,
 
.

sabato 13 agosto 2016

Cori alla Luna nella Riserva Borsacchio

.
Venerdì 19 agosto 2016 esibizione serale del coro "Ars Vocalis" alla Fonte dell'Accolle nella Riserva Naturale regionale Borsacchio con escursione guidata lungo la strada panoramica.
La partenza dell'escursione alle ore 20,00 dalla Pineta Celommi in centro a Roseto degli Abruzzi (Stazione FS) e farà tappa alle 20.30 a Piazza Guardia Costiera (Mion Grand'Hotel) prima di avviare la salita su via dell'Accolle. La tappa è prevista per consentire a tutti di raggiungere il gruppo dato che la Piazza offre un adeguato parcheggio e si trova non lontano dai camping di Roseto nord. Da lì si salirà verso Fonte dell'Accolle lungo il confine sud della Riserva Naturale regionale Borsacchio.
 
.
L'escursione guidata, di meno di due ore, consentirà di raggiungere la Fonte dell'Accolle con una facile e tranquilla passeggiata su uno degli antichi percorsi panoramici che salgono a Montepagano da Roseto degli Abruzzi. Il percorso è in media pendenza, salita all'andata e discesa al ritorno, su fondo ben battuto, accompagnati da guide della Riserva, non dovrebbe presentare alcuna difficoltà per qualunque età o preparazione. Consigiate scarpe comode e torcia elettrica per il rientro serale.
 
L'esibizione del coro "Ars Vocalis" si terrà all'arrivo del gruppo di escursonisti, circa alle 21,30 alla Fonte dell'Accolle, fonte storica nei pressi di Motepagano, dove si potrà arrivare direttamente e più facilmente anche da Montepagano dove conviene lasciare l'auto in prossimità del cimitero.

E' previsto anche un servizio di bus navetta, garantito dal Comune di Roseto degli Abruzzi, con due corse sia per l'arrivo che per il rientro. Il Servizio Navetta, da Roseto centro (piazza della Libertà Stazione FS ma in questo caso lato via Nazionale), prevede partenze  alle ore 20,15 e 20,45 e consentirà di raggiungere la Piazza al centro di Montepagano dove ripartirà, per il ritorno, alle ore 23,00 e alle ore 23,30. Da Montepagano alla Fonte dell'Accolle ci sono circa 20 minuti di cammino su strada per arrivare alla Fonte dell'Accolle. Consigliate anche per i fruitori del solo concerto scarpe comode e torcia elettrica.


 
Il Coro Polifonico “Ars Vocalis” si è costituito nel 2012 su iniziativa del Maestro Carmine Leonzi. E’ formato da circa 30 cantori, tutti  mossi dall’entusiasmo di cantare in coro e di vivere l’esperienza canora con passione sempre crescente. Il repertorio che affronta investe molti ambiti della polifonia che vanno dal Medio Evo alla musica moderna e contemporanea. Anche se di recente formazione, L’Ars Vocalis mostra una grande propensione per la vocalità che fa sperare in un futuro corale certamente interessante.

.
Ha inciso due canti polifonici per la raccolta discografica M° P. Colangelo. Organizza il Festival Polifonico Internazionale “Lido delle Rose” ospitando cori da tutto il mondo. Partecipa al progetto nazionale “sConcerti”. Ha eseguito la “Messa da Requiem” di M. Duruflè, per Soli, Coro e Orchestra, con il Coro Polifonico “Histonium” di Vasto e il Vox Cordis di Arezzo; ha eseguito la “A Little Jazz Mass” di B. Chilcott per coro e trio jazz. In seno al coro opera l’Ensemble Giovanile Ars Vocalis. Ha preso parte alla “Rassegna Lauretana” di Force (Ap), agli “Incontri Polifonici” di Siena e al “Solstizio Corale” di Campovalano, alle Rassegne Polifonche di Montalto Marche e Civitanova, al Festival Internazionale di Atri, al Festival “J. Arcadelt” di Chiusi (Si). Nel 2015 l’Ars Vocalis ha effettuato una tournèe in Sicilia per la Società dei Concerti di Siracusa, Noto e Priolo. Nel 2015 ha collaborato con jazzisti di fama internazionale per il progetto “Natale in jazz”. A luglio 2016 a partecipato al Festival International Choral en Provence tenendo concerti a Marsiglia, Le Muy e Chateaudouble.

 
.